Utenti poco o male informati da siti web e App

Ventiquattro Autorità garanti per la protezione dei dati personali - tra le quali quella italiana - riunite nel GPEN (Global Privacy Enforcement Network (rete internazionale per rafforzare la cooperazione tra le Autorità privacy di diversi paesi) hanno effettuato un'indagine che ha analizzato le privacy policy di siti web e App di diversi settori: vendita al dettaglio, banche, viaggi, social network, giochi d'azzardo, istruzione, sanità. L'obiettivo era verificare  la facilità di comprensione da parte degli utenti circa il tipo di informazioni raccolte e per quali finalità, nonché quali siano le modalità di trattamento ed eventuale condivisione.

Dall'indagine è emerso che le informative fornite da siti web e App spesso sono troppo generiche e imprecise, non specificano l'utilizzo dei dati raccolti o a chi possono essere comunicati, né come l'utente possa esercitare i propri diritti. Inoltre molti soggetti continuano ad utilizzare riferimenti normativi obsoleti o errati.

Per evitare spiacevoli inconvenienti e impostare in modo corretto la privacy policy di siti web o App contatta i nostri consulenti.

 

Servizi CPT